• Termini
  • 200 Indicazioni relative alla legge sull'assicurazione infortuni (LAINF) e all'ordinanza sull'assicurazione infortuni (OAINF)
  • 300 Indicazioni relative all'OPI: campo d’applicazione, obblighi dei lavoratori e del datore di lavoro, ricorso MSSL
  • 307A Indicazioni relative all’OPI: Ricorso ai medici del lavoro e agli altri specialisti della sicurezza sul lavoro (ricorso MSSL)
  • 309A Renseignements concernant l'OPA: Edifici e altre costruzioni
  • 321A Indicazioni relative all’OPI: Attrezzature di lavoro
  • 330A Indicazioni relative all’OPI: Ambiente di lavoro
  • 336A Indicazioni relative all’OPI: Organizzazione del lavoro
    • 337 Abbigliamento da lavoro, DPI (dispositivi di protezione individuale)
      • 337.1 Definizione di abbigliamento da lavoro e DPI (dispositivi di protezione individuale)
      • 337.2 Obiettivo fondamentale della sicurezza
      • 337.3 Categorie e marcatura dei DPI
      • 337.4 Consegna, pagamento, pulizia, cura e manutenzione di indumenti di lavoro e DPI
      • 337.5 Abbigliamento di protezione
      • 337.6 Protezione del capo
      • 337.7 Protezione degli occhi e del viso
      • 337.8 Protezione dell’udito
      • 337.9 Protezione delle vie respiratorie
      • 337.10 Protezione delle braccia e delle mani / protezione della pelle
      • 337.11 Protezione dei piedi
      • 337.12 Dispositivi di protezione individuale per il posizionamento e il salvataggio
      • 337.13 Protezione contro le cadute dall’alto
    • 338 Divieto d'accesso
    • 339 Lotta contro gli incendi
    • 340 Trasporto di merci
    • 341 Deposito
    • 342 Trasporto di persone
    • 343 Lavori su installazioni e apparecchi tecnici (sistemi tecnici)
    • 344 Sostanze nocive
    • 345 Protezione dalle radiazioni nocive
    • 346 Liquidi infiammabili
    • 347 Protezione dal pericolo derivante da microrganismi
  • 351 Indicazioni relative all'OPI: l’organizzazione della vigilanza
  • 381 Indicazioni relative all'OPI: esecuzione delle prescrizioni concernenti la sicurezza sul lavoro (procedure d'esecuzione)
  • 400 Indicazioni relative all'OPI: prevenzione nel settore della medicina del lavoro
  • 431 Indicazioni relative all’OPI: finanziamento delle spese risultanti dalla sorveglianza
  • 450A Procedura e all'amministrazione della giustizia, disposizioni finali dell'OPI
  • 500A Indicazioni relative ad altere basi legali
  • CFSL-Direttiva n. 6508 concernente il ricorso ai medici del lavoro e agli altri specialisti della sicurezza sul lavoro
  • Direttiva n. 6512 Attrezzature di lavoro (CFSL)
  • Appendice separata
Deutsch |
Français |
Italiano

337.3 Categorie e marcatura dei DPI

Art. 3 cpv. 1 OPI
Art. 13 cpv. 2 OSPro

I DPI vengono suddivisi in 3 categorie (1337.3):

Categoria I

DPI di cui si presume che l'utilizzatore possa giudicare direttamente l'efficacia contro rischi minimi i cui effetti, se graduali, possono essere avvertiti in tempo utile e senza danni per l'utilizzatore (per es. DPI per lavori domestici, contro agenti atmosferici o raggi solari). Questi DPI sono ampiamente insignificanti per la sicurezza e la tutela della salute sul luogo di lavoro.
Il fabbricante certifica la conformità con le norme da osservare. Non è necessaria una certificazione.
Marcatura: CE

Categoria II

DPI che non rientrano nella categoria I o III (per es. protettori auricolari, calzature di protezione, elmetti protettivi per uso industriale).
Per garantire la conformità alle norme da osservare, sono imposte omologazioni effettuate da organismi di controllo accreditati e certificati.
Marcatura: CE XY (XY = ultime due cifre dell’anno in cui ha avuto luogo la certificazione).

Categoria III

DPI destinati a proteggere contro danni alla salute seri e irreversibili, di cui si presume che l'utilizzatore non possa scoprire in tempo gli effetti immediati (per es. apparecchi di protezione respiratoria , indumenti di protezione antincendio, apparecchi di protezione dalle cadute dall'alto).
Come per la categoria II sono necessarie le omologazioni.
Inoltre è d’obbligo un controllo dei prodotti fabbricati in serie. Il fabbricante deve allegare un opuscolo con tutte le informazioni importanti per l’utilizzatore.
Marcatura: ZZ CE XY (ZZ = numero di identificazione dell’organismo di controllo e di certificazione, XY = ultime due cifre dell’anno in cui ha avuto luogo la certificazione).

I DPI devono riportare i seguenti dati:

  • nome o marchio di fabbrica del costruttore
  • tipo
  • dimensione
  • data di fabbricazione
  • paese di fabbricazione
  • numero della norma europea
  • marcatura: CE