• Termini
  • 200 Indicazioni relative alla legge sull'assicurazione infortuni (LAINF) e all'ordinanza sull'assicurazione infortuni (OAINF)
  • 300 Indicazioni relative all'OPI: campo d’applicazione, obblighi dei lavoratori e del datore di lavoro, ricorso MSSL
  • 307A Indicazioni relative all’OPI: Ricorso ai medici del lavoro e agli altri specialisti della sicurezza sul lavoro (ricorso MSSL)
  • 309A Renseignements concernant l'OPA: Edifici e altre costruzioni
    • 309 Portata di edifici e altre costruzioni
    • 310 Costruzione di edifici e altre costruzioni in relazione alla loro pulizia
    • 311 Pavimenti in edifici e altre costruzioni
    • 312 Pareti e porte vetrate in edifici e altre costruzioni
    • 313 Scale a gradini in edifici e altre costruzioni nonché nelle loro zone circostanti
      • 313.1 Definizione di "scale a gradini"
      • 313.2 Obiettivo della sicurezza di "scale a gradini"
      • 313.3 Costruzione delle scale a gradini
      • 313.4 Larghezza della scala a gradini
      • 313.5 Spazio libero in altezza
      • 313.6 Dimensione dei gradini delle scale normali
      • 313.7 Percorso della scala e pianerottoli intermedi
      • 313.8 Spazio intermedio fra scala e parete
      • 313.9 Scale delimitate da pareti, parapetti, corrimani
      • 313.10 Superficie di calpestio
      • 313.11 Scale a gradini all'aperto
      • 313.12 Scale ripide
      • 313.13 Scale molto ripide
      • 313.14 Scale a chiocciola
      • 313.15 Scale a gradini con impianti per il trasporto di merci
      • 313.16 Scale nell'edilizia
      • 313.17 Mezzi di accesso permanenti ai macchinari (attrezzature di lavoro)
    • 314 Tetti di edifici e altre costruzioni
    • 315 Scale fisse a pioli
    • 316 Passaggi in edifici, in altre costruzioni e nelle zone circostanti
    • 317 Vie di evacuazione in edifici, in altre costruzioni e nelle zone circostanti
    • 318 Recinzioni e parapetti in edifici e altre costruzioni nonché nelle zone circostanti
    • 319 Rampe di carico e rampe d'accesso in edifici e altre costruzioni nonché nelle loro zone circostanti
    • 320 Binari
  • 321A Indicazioni relative all’OPI: Attrezzature di lavoro
  • 330A Indicazioni relative all’OPI: Ambiente di lavoro
  • 336A Indicazioni relative all’OPI: Organizzazione del lavoro
  • 351 Indicazioni relative all'OPI: l’organizzazione della vigilanza
  • 381 Indicazioni relative all'OPI: esecuzione delle prescrizioni concernenti la sicurezza sul lavoro (procedure d'esecuzione)
  • 400 Indicazioni relative all'OPI: prevenzione nel settore della medicina del lavoro
  • 431 Indicazioni relative all’OPI: finanziamento delle spese risultanti dalla sorveglianza
  • 450A Procedura e all'amministrazione della giustizia, disposizioni finali dell'OPI
  • 500A Indicazioni relative ad altere basi legali
  • CFSL-Direttiva n. 6508 concernente il ricorso ai medici del lavoro e agli altri specialisti della sicurezza sul lavoro
  • Direttiva n. 6512 Attrezzature di lavoro (CFSL)
  • Appendice separata
Deutsch |
Français |
Italiano

313.14 Scale a chiocciola

Art. 16 OPI

Le scale a chiocciola devono essere impiegate soltanto in casi eccezionali e giustificati. Quest’affermazione si basa tra l’altro su aspetti ergonomici e di tecnica della sicurezza. Le scale a chiocciola sono assolutamente inadatte per lavoratori con handicap e debilitati (317.12).

I requisiti per le scale a chiocciola principali e secondarie sono fissati con l’obiettivo di rendere le scale sicure e agibili, in casi d’emergenza, anche con una barella. Nei grattacieli (317.4) le scale a chiocciola non sono permesse e in generale dovrebbero essere usate solo in sostituzione ad altre scale.

Vi sono tre tipi di scale a chiocciola:

  1. Scale principali
  2. Scale secondarie
  3. Scale per impianti

1. Scale principali:

Le scale a chiocciola principali sono grandi scale di rappresentanza con un nocciolo di grande diametro e ampi scalini. Le dimensioni minime (diametro del nocciolo 0,90 m / larghezza della scala 1,50 m) corrispondono a quelle dell’articolo 47.7 della direttiva sulla protezione antincendio dell’Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio (AICAA: 1339.3a). Facendo eccezione alla regola delle scale diritte, le scale a chiocciola principali possono essere utilizzate come vie di evacuazione (317) se ciò è reso indispensabile da motivi di architettura o rappresentanza.

2. Scale secondarie:

Le scale a chiocciola secondarie hanno un diametro del nocciolo inferiore, ma rispettano la larghezza minima delle vie di comunicazione principali (diametro del nocciolo 0,50 m / larghezza della scala 1,20 m).

3. Scale per impianti:

I requisiti per le scale a gradini, le scale a libretto e i parapetti di accesso a macchinari sono descritti al punto (313.17).

Le scale per impianti servono esclusivamente per l’accesso alle installazioni e agli impianti tecnici.

La larghezza degli scalini di scale a chiocciola per impianti deve essere di almeno 10 cm nel punto che dista 15 cm dalla zona d’appoggio più stretta e la larghezza maggiore non deve superare i 45 cm. Anche le scale per impianti devono avere pianerottoli intermedi ogni 15-18 gradini.

Ulteriori dati sulle dimensioni delle scale a chiocciola sono contenuti nella figura 409-3 delle Indicazioni relative all'ordinanza 4 concernente la LL (1313.14).